Der Ring des Nibelungen - L'anello del Nibelungo

Home         View page in basic format

  • Richard Wagner autore della musica e del libretto
  • continuum narrativo di quattro drammi (prologo e tre giornate)
    • L'oro del Reno (prologo)
    • La Valchiria (prima giornata)
    • Sigfrido (seconda giornata)
    • Il crepuscolo degli dei (terza giornata)
  • scritto nel corso di 26 anni dal 1848 al 1974, durata complessiva circa 15 ore
  • storia tratta dall'epopea tedesca del Nibelungenlied (composto tra 1l 1189 e il 1210) e dalle antiche saghe dell'Edda
  • la storia narra dell'eroe Sigfrido alla corte dei Brugundi fino alla morte per mano del traditore Hagen, e della vendetta di Crimilde.
  • Alberich è lo gnomo nibelungo da cui la storia prende il nome
  • È bene sapere che l'autore non chiama il tema finale tema della "Redenzione" ma tema della "Glorificazione di Brünnhilde", dove il monologo finale della protagonista costituirebbe più che altro una cosmica comprensione del "fallimento di ogni desiderio" (Schopenhauer). Proprio per la presenza di numerose chiavi interpretative, l'Anello del nibelungo è stato successivamente sbandierato dalle più opposte ideologie: Comunismo, Anarchia, Nazismo.

 

-----------

Sono 4 opere, denominate come una vigilia e tre giornate.
La prima è L'oro del Reno. Il nano Alberich ruba alle figlie del reno il loro oro, maledicendo l'amore. Il padre degli dei Wotan ha fatto costruire la sua reggia ai giganti Fasolt e Fafner promettendogli in cambio la dea della bellezza Freia, ma per riscattarla ruba l'oro al nano Alberich per darlo ai giganti. Assieme all'oro ruba un elmo magico e un anello, che Alberich maledice. Dà l'oro ai giganti e la maledizione ha il primo effetto, Fafner uccide Fasolt per avere l'oro tutto per sè, e si trasforma in un drago.
La seconda è La Valchiria.
Un viandante di nome Siegmund viene accolto da Sieglinde in casa sua. Scopre che suo marito, Hunding, è un suo nemico, viene sfidato a duello per il giorno dopo, trova una spada magica in casa (di nome Notung) e si innamora di Sieglinde, che è in realtà sua sorella gemella. Scappano. Nel regno degli dei, Wotan decide di uccidere Siegmund, anche se è suo figlio, perchè è scappato con sua sorella. Ordina a Brunnhilde, una valchiria, cioè uno spirito guerriero, di ucciderlo. Lei è impietosita e risparmia Siegmund, ma poi arriva Wotan stesso e lo uccide, spezzando la spada Notung. Brunnhilde scappa chiedendo aiuto alle sue sorelle valchirie, ma Wotan la raggiunge, le toglie l'immortalità e la confina addormentata su una montagna. Solo il guerriero che non conosce la paura potrà svegliarla.
La terza è Sigfrido.
Sigfrido è il figlio di Sigmund e Siglinde, ma è stato allevato da un nano, Mime, fratello di Alberich. Si scopre che Sigfrido non conosce la paura e ha ricomposto i pezzi della spada del padre, Notung. In serie, uccide il drago Fafner prendendo l'oro e l'anello, uccide Mime e viene a sapere da un uccellino che c'è una bella tipa dormiente su un monte. Che è Bruennhilde. La sveglia e si mette con lei.
L'ultima è Il crepuscolo degli dei.
Nel prologo le Norne, delle dee, tessono il fato e prevedono sventura... Sigfrido va per il mondo in cerca di avventure, finisce da Gunther e Gutrune, fratello e sorella. Lì abita anche Hagen, figliastro del nano Alberich, che con una pozione fa scordare a Sigfrido di essere "sposato" con Bruennhilde. Lei viene anzi rapita da Sigfrido stesso e data in sposa a Gunther. In una battuta di caccia Hagen colpisce alle spalle Sigfrido e lo uccide, poi uccide Gunther, ma quando sta per rubare l'anello dal cadavere di Sigfrido, arriva Brunnhilde che accende un mega rogo in cui dà fuoco a tutto e tutti, compresi gli dei...

-------------------

 Per la serie di quattro opere che vengono rappresentate in un prologo e in tre giornate chiamate “Tetralogia” che costituisce “Il ring” (L’anello), Wagner si ispira ai miti e alle leggende del medioevo tedesco.

L’oro è il protagonista ideale della mitica vicenda ed è considerato fonte di corruzione, di distruzione e di morte.

  • Nell’Oro del Reno il nibelungo Alberich (nano demoniaco) si impossessa dell’oro che giace in fondo al Reno. Le Ondine del fiume gli rivelano un segreto: ”Chi saprà forgiare un anello con questo oro avrà il dominio del mondo ma dovrà rinunciare all’amore”. Alberich forgia l’anello ma gli viene sottratto da Wotan (Re degli dei), che vive in un grandioso castello ”Il Walhalla”, però Alberich lancia una maledizione su chi entrerà in possesso dell’anello.
  • In Walkiria si presenta l’esaltazione dell’amore. Sigmund, figlio di Wotan, si abbandona ad un amore incestuoso con Sieglinde (inizialmente egli non conosce la sua situazione parentale) e genera Sigfried, un grande eroe. Sigmund viene ucciso in un duello mentre Sieglinde, prima di partorire Siegfried, si rifugia in una foresta grazie all’aiuto di Brunilde, la Walkiria, figlia prediletta e ribelle di Wotan. Per aver violato le disposizioni di Wotan, Brunilde viene ridotta a semplice mortale costretta ad un sonno profondo circondata da un muro di fiamme che solamente un eroe intrepido e puro avrebbe potuto varcare e sarà preda di colui che la desterà.
  • Nella seconda giornata intitolata a Sigfrido, compare il giovane eroe allevato in una caverna dal nano Mime dopo la morte della madre. Sigfrido desidera venire in possesso dell’anello fatale custodito dal gigante Fafner (sotto le sembianze di un drago). Sigfrido, con la spada invincibile, uccide il drago e si impossessa dell’anello magico, poi riesce a raggiungere il luogo dove giace Brunilde che, dopo essere stata svegliata dall’eroe, viene travolta dalla passione.
  • Crepuscolo degli Dei: Sigfrido affida a Brunilde l’anello magico poi l’abbandona e, dopo aver bevuto un filtro magico che toglie la memoria, l’eroe si innamora di Gutrune sorellastra di Hagen, il genio del male, figlio di Alberich. Sigfrido viene ucciso in duello da Hagen con l’aiuto di Brunilde la quale straziata dal rimorso fa innalzare un rogo su cui viene posta la salma dell’eroe poi entra accanto a lui mentre l’anello incantato viene restituito al fiume Reno. Le fiamme si innalzano a tal punto che raggiungono Walhalla che crolla facendo morire Wotan e tutti gli Dei.


Home         View page in basic format